Home Page del Comune Clicca per approfondimenti

Clicca per visualizzare la guida alla navigazione
 
 

TERRITORIO

 

in evidenza

 

Risorse

 

 
News : L'assessore al commercio di Trasacco Giovanni Cambise si dimette e passa alla minoranza

Trasacco. Dopo due anni di governo l'assessore al commercio Giovanni Cambise abbandona la maggioranza e se ne va tra i banchi della minoranza per: "Continuare ad essere un semplice consigliere e a difendere i diritti dei cittadini mettendomi come sempre dalla loro parte". Esce di scena così Cambise (Pd), senza polemiche ne troppi clamori, ma semplicemente spiegando che "abbandona questa nave che ormai naviga in brutte acque".



Quando nel 2007 si era insediata l'amministrazione capitanata da Gino Fosca, erano molti i progetti che dovevano essere realizzati eppure, a distanza di due anni, nessuno ha preso forma tanto da spingere Cambise alle dimissioni."Ho consegnato le mie dimissioni nelle mani del sindaco e ho specificato che passerò con la minoranza perché non mi rispecchio più nell'operato della maggioranza. Il paese è ormai completamente disgregato e l'amministrazione non pianifica alcun tipo di progetto volto a tutelare gli interessi dei cittadini. Io ho portato avanti alcune mie battaglie personali", ha continuato con una vena di rammarico Cambise, "le continuerò a fare, anche se in minoranza, per il bene del mio paese". Da quando martedì sera ha consegnato le dimissioni al sindaco Fosca Cambise non ha smesso mai di pensare al suo paese e hai progetti che si potrebbero realizzare per il suo sviluppo, uno tra questi quello della Vallelonga che lui stesso ha curato. "Trasacco è abbandonato a se stesso. Ci sono rifiuti ovunque e non c'è un programma per affrontare la gestione dell'ente. Il comune è un po' come una famiglia, va amministrato con forte senso di responsabilità. Nei periodi di crisi si fa un bilancio delle spese urgenti e con i fondi a disposizione si affrontano, poi si pensa al superfluo. Tutto questo nel nostro comune non viene fatto", ha continuato l'ex assessore al bilancio. "Io intendo costruire qualcosa di concreto per il bene di Trasacco e per questo mi rivolgo a tutte quelle persone che, sfiduciate, sono uscite dalla scena della politica locale: insieme possiamo cambiare la sorte di questo paese". Intanto Fosca in questi giorni dovrà fare i conti con una maggioranza che è sempre più in bilico. Ora infatti tra i banchi della maggioranza siedono cinque assessori, nove consiglieri e il sindaco, sette invece sono i consiglieri dell'opposizione.

 

 

Territorio

 
Clicca per approfondimenti ( Terre Marsicane ) Clicca per approfondimenti ( Terre Marsicane ) Clicca per approfondimenti ( Terre Marsicane ) Clicca per approfondimenti ( Terre Marsicane ) Clicca per approfondimenti ( Terre Marsicane )
 


Team sviluppatori
| Grafica e Redazione | Copyright